10 cose da vedere a Cesenatico

il Museo della Marineria, Casa Moretti, il Porto Canale e...

Cesenatico è una cittadina dalla storia affascinante, un luogo cosparso di gioielli tutti da scoprire, bagnata dal mare e dal sole, accarezzata dalla brezza che spinge a girarla e assaporare ogni suo angolo e ogni singola via...

1) Museo della Marineria - Sezione galleggiante e a terra

Sezione Galleggiante

Il museo, ospitato nel tratto più interno e più antico del Porto Canale Leonardesco , è costituito da dieci imbarcazioni tradizionali dell'Adriatico che, in estate, vengono attrezzate con le multicolori 'vele al terzo' decorate con i simboli che identificavano le famiglie dei pescatori. Alcune barche possiedono anche decorazioni un tempo utilizzate a scopo propiziatorio, come gli 'occhi' e le figure di angeli musicanti sulla prua.

Si può accedere all'interno del trabaccolo da trasporto 'Giovanni Pascoli' per visitare l'ampia stiva di carico e comprendere, guardando le anguste cabine, quale fosse la vita quotidiana dei marinai al tempo della navigazione a vela. La Sezione a Terra, anch'essa affacciata sul medesimo tratto del Porto Canale, ospita altre imbarcazioni tradizionali e numerosi oggetti e testimonianze della marineria adriatica. Nel periodo natalizio viene allestito sulle barche del museo il tradizionale Presepe della Marineria .

Sezione a Terra

Il padiglione ospita al centro un trabaccolo e un bragozzo attrezzate con le loro vele “al terzo”. Il percorso di visita affronta i temi della costruzione tradizionale delle barche e i semplici materiali e tecnologie con i quali l’uomo ha navigato per millenni, proseguendo poi con la loro propulsione e governo, attraverso materiali esposti e installazioni didattiche dove il visitatore può misurarsi con manovre, nodi e paranchi.

Al piano superiore, da due terrazze si può dare uno sguardo al padiglione e osservare i dettagli delle vele e delle alberature. Il percorso espositivo prosegue raccontando la vita dei marinai e delle loro famiglie, la pesca, la navigazione, i simboli e le decorazioni delle barche come gli “occhi” di prua, le testimonianze di scampati pericoli o naufragi come gli ex voto e i relitti.

2) Casa Moretti

La casa-museo del poeta/scrittore Marino Moretti, nato a Cesenatico nel 1885 e qui morto nel 1979, si affaccia direttamente sulla riva ponente del Porto Leonardesco. All'interno vi sono conservati, oltre agli arredi originali dell'epoca, libri, documenti e autografi, donati al comune dal poeta e dalla sorella Ines.

Da circa 15 anni Casa Moretti è sede di un importante centro di studi sulla letteratura italiana del ventesimo secolo, dove ogni anno si tengono seminari e mostre di rilievo, tra le quali il Premio Biennale per la filologia, la storia e la critica nell'ambito della letteratura italiana dell'Otto e Novecento, organizzato nel mese di ottobre e la tradizionale mostra estiva.

3) Porto Canale Leonardesco

Il Porto Canale è l'asse principale attorno al quale sorge il centro storico di Cesenatico, e sulle cui banchine si svolge ancora la vita sociale e la passeggiata di cittadini e turisti. Il porto, nel suo tratto più interno, ricalca ancora le linee disegnate nel 1502 da Leonardo Da Vinci, chiamato da Cesare Borgia a suggerire interventi migliorativi all'approdo preesistente.

Lungo il porto sorgono ancora monumenti e luoghi di rilievo: la piazza Pisacane con il monumento a Giuseppe Garibaldi e la sua solenne iscrizione; l'ottocentesca pescheria, dietro alla quale si apre la piazzetta delle Erbe e poi la piazzetta delle Conserve; la piazza Ciceruacchio, dove è tracciato il perimetro dell'antica Torre Pretoria che un tempo difendeva il porto dalle fuste dei pirati barbareschi; i resti delle originarie banchine con le palafitte.

Nel tratto più recente, nei pressi del faro, le imponenti porte vinciane difendono oggi il centro abitato dalle mareggiate: una realizzazione di moderna tecnologia condotta sull'esempio dei progetti leonardeschi. Il tratto più interno del Porto Canale ospita il MUSEO GALLEGGIANTE DELLA MARINERIA . Quale punto cruciale del paese, molteplici sono le manifestazioni che hanno qui luogo: feste e sagre gastronomiche, la Cuccagna dell'Adriatico , il Presepe della Marineria , ecc

4) Piazza delle Conserve

La Piazza delle Conserve è situata nel centro storico a pochi passi dal Porto Leonardesco. Si caratterizza per la presenza delle antiche Conserve o ghiacciaie, pozzi di forma tronco-conica, mediamente profondi 6 mt. e dall'imboccatura di circa 8 mt. di diametro, racchiusi in bassi edifici dai robusti muri perimetrali.

I pozzi, ricoperti da tetti in laterizio o paglia e sabbia, venivano utilizzati per la conservazione del pesce e di derrate alimentari in genere, refrigerati da strati di ghiaccio o neve compressa raccolta nei fossi. Le Conserve, presenti sul litorale già nel '500, furono utilizzate fino all'inizio del nostro secolo.

Delle 20 esistenti un tempo a Cesenatico ne sono state recuperate tre, dopo un accurato lavoro di restauro. La Piazza ospita tutte le mattine un caratteristico Mercatino dei Produttori Agricoli del circondario, nel periodo natalizio vi viene invece allestito un caratteristico Presepe, con statue a grandezza naturale. Durante l'estate vi hanno invece luogo alcune manifestazioni come il Mercatino delle Pulci ed Artigianato Artistico tutti i lunedì sera e la rassegna di musica classica Notturni alle Conserve.

5) Spazio Pantani

Lo Spazio Pantani sorge su un'area di oltre 300 mq e nasce dalla volontà della Famiglia Pantani, del Comune di Cesenatico e della Fondazione Marco Pantani di realizzare una struttura per mantenere viva la memoria del Campione romagnolo e delle sue epiche imprese.

Al suo interno è possibile ripercorrere la carriera del "Pirata" attraverso l'esposizione di foto, cimeli ed audiovisivi. E' presente anche un piccolo punto vendita dove si possono acquistare lbri, DVD, articoli di abbigliamento, gadget e tanto altro ancora.

Il Museo viene gestito direttamente dalla Famiglia Pantani con lo scopo di produrre utili da devolvere per scopi benefici.

6) Il Grattacielo

Il grattacielo, simbolo di Cesenatico per eccellenza, fu costruito nel 1958 dalla società 'Marinella' di Faenza su progetto dell'ingegnere Berardi.

L'edificio è composto da tre corpi: uno rettangolare di tre piani sul lato mare, destinato originariamente ad albergo e successivamente adibito a residence, uno di 7 piani sul lungomare ed una torre di 33 piani. Quando fu costruito, per diversi anni, rappresentò il grattacielo più alto d'Europa (superava di un piano anche il celebre Pirelli di Milano).

L'edificio non è visitabile all'interno poiché adibito ad abitazione privata.

7) La Cattedrale delle Foglie

"…La Cattedrale deve essere come un mazzo di foglie, non devono essere sparse, perché vivere è un respiro che sta chiuso anche in una foglia…" Tonino Guerra

E’ stata inaugurata sabato 16 giugno a Cesenatico, nel tratto dei Giardini a Mare compreso tra le Vie Ferrara e Pasubio, la “Cattedrale delle Foglie”, un’opera nata da un’idea di Tonino Guerra e realizzata dallo scultore del ferro Aurelio Brunelli.

L’opera rappresenta un omaggio alla natura e al sapiente lavoro dell’uomo per coltivarla e preservarla: sorge infatti a fianco dell’aiuola dove sono state messe a dimora vecchie piante da frutto della Romagna, per contribuire a conservarne il germoplasma e contrastare la perdita di biodiversità.

La Cattedrale delle Foglie, costituita da un gruppo di foglie realizzate in acciaio cor-ten, alte circa 3.50 metri, disposte a formare un anfiteatro, già dal nome sottolinea il carattere quasi religioso del rapporto dell’uomo con la terra e con le piante, necessarie per il nutrimento del corpo, ma anche dell’anima.

8) Spiaggia delle Tamerici

Maggio 2012: nasce a Valverde di Cesenatico la “Spiaggia Vegetale”, primo esempio in Italia di arenile rinaturalizzato, un’oasi di benessere in cui ombra, fresco, natura e ossigeno si fondono con i profumi del mare.

L’intervento, la cui ideazione e progettazione tecnica è della Angelo Grassi Design di Gambettola, ribattezzato la “Spiaggia delle Tamerici”, è stato realizzato dalla Cooperativa Stabilimenti Balneari di Cesenatico in partnership con il Comune di Cesenatico e l’ Associació Integració de Les Persones Amb Disminució de Girona, grazie al coordinamento della Provincia di Forlì-Cesena. Tale intervento, inserito in “A-Best”, Accessibility_Beach Ecology Safety Technology, nell’ambito del progetto europeo Ernest, è finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e persegue l’obiettivo di attuare un modello di turismo balneare sostenibile ed accessibile al fine di creare un’offerta di qualità. Il progetto prevede anche interventi per garantire la massima sicurezza e la fruibilità della spiaggia a tutti i turisti, rispondendo in particolare alle esigenze delle persone disabili ed anziane e alle attese dei turisti sensibili ai temi della sostenibilità ambientale.

L’intervento, concepito pensando ad un nuovo modo di vivere la spiaggia, a basso impatto ambientale ed antropico, è caratterizzato dall’impiego di materiali semplici e rispettosi dell’ambiente tra i quali spicca, soprattutto, la tamerice in due principali declinazioni: siepe ed albero (nell’area ne sono presenti 35). L’albero, a cui è stata data la forma del classico ombrellone, ha un ruolo preponderante nella creazione di questa oasi verde, è collocato in spiaggia con il vaso completamente interrato ed è dotato di struttura in acciaio sulla quale si svilupperà la chioma; questa struttura, a chioma formata, verrà rimossa lasciando la tamerice libera di crescere garantendo zone d’ombra sotto di esso. Si tratta di una essenza molto diffusa in alcune zone del mediterraneo ed è pertanto molto adatto all’ambiente marino. Ogni anno la chioma arborea aumenterà creando un meraviglioso effetto naturale. La siepe, anch’essa in tamerice, da continuità visiva e cromatica all’intera area, dotata, inoltre, dei servizi essenziali per una migliore fruizione della spiaggia: cabine spogliatoio, docce, deposito biciclette. Le cabine spogliatoio e tutte le strutture di servizio sono realizzate in pali di castagno privati della loro corteccia con copertura permeabile. L’acqua tiepida delle docce sarà fornita da tubi interrati 15 cm così da sfruttare il surriscaldamento del suolo.

Altra scelta importante è l’utilizzo di Ripietra per i camminamenti, la prima pietra composta interamente in materiale di recupero. Il 55% della sua composizione è plastica derivante dalla raccolta differenziata urbana, mentre il restante 45% è legno proveniente dagli scarti della lavorazione industriale. Nell’area saranno presenti anche isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti.

La “Spiaggia delle Tamerici” rimane comunque un arenile libero, pertanto l’accesso al pubblico è assolutamente gratuito, così come la fruizione di tutti i servizi di cui dispone.

9) Teatro Comunale

il Teatro Comunale di Cesenatico è situato nel centro storico, sulla riva ponente del porto canale. Fu progettato dall'ingegnere comunale Candido Panzani e costruito in soli 2 anni fra il 1863 e il 1865. Fu inaugurato la sera dell'11/7/1865 e l'Amministrazione Comunale per l'occasione decise di affittare i palchi alla cittadinanza.

La facciata dell'edificio è in stile neoclassico in cotto e si compone di un'alta zoccolatura con bugne e fasce continue, fino ad un marcapiano su cui si innesta un corpo a lesene decorative con basi e capitelli ionici. L'interno si compone di una sala centrale con cavea a ferro di cavallo, sulla quale si aprono due ordini di 15 palchetti ciascuno, comprendendo anche le barcacce e il loggione. La decorazione fu opera di vari artisti, il sipario raffigurava il duca Valentino a colloquio con L. Da Vinci.

Il teatro fu in seguito rimaneggiato, per poi subire gravi danni durante il secondo conflitto mondiale. Fu poi riaperto, dopo un lungo lavoro di restauro, nel 1992. Il Teatro Comunale di Cesenatico ospita ogni anno da novembre a marzo una ricca stagione teatrale, che si articola in spettacoli di prosa in abbonamento, rassegne musicali, commedie dialettali, ecc.

10) I Giardini al Mare

I Giardini al mare sono il risultato di una grande opera di ristrutturazione della fascia ex-demaniale, compiuta a ridosso degli stabilimenti balneari, che si sono a loro volta adeguati partecipando attivamente con lavori sulle singole strutture, al progetto di riqualificazione dell'immagine della spiaggia, e si estendono per circa 2 km.

E’ stata così ricavata un’area verde, piantumata con centinaia di alberi, siepi ed aiuole fiorite, dotata di percorsi pedonali e ciclabili ed arredata con giochi per bambini, fontane e gazebo. Una vera oasi per grandi e piccini, tra il mare e la via Carducci (lungomare), con centinaia di comodi parcheggi.

Vuoi venire in vacanza a Cesenatico?

Chiamaci allo 0547.79435

oppure invia una email ai nostri uffici iat@comune.cesenatico.fc.it

Comune di Cesenatico Emilia Romagna Turismo - Costa Adriatica informazione turistica del comune di Cesenatico Romagna Visit Card